LA CASA PASSIVA Il futuro modello abitativo

Edifici in Classe A, Case Passive o a Energia Quasi Zero (NZEB), ormai è chiaro come sta cambiando il modo di pensare e costruire le case del futuro, un modo intelligente, sostenibile e innovativo per modelli autosufficienti dal punto di vista energetico. Passivhaus, Ecohaus, Green Building o Positive House, comunque la si chiami La Casa Passiva è il modello abitativo dell’edilizia sostenibile.

Un’innovazione tecnologica, il cui obiettivo è essere energeticamente autosufficiente, cioè non consumare energia. Un modello abitativo che assicura il benessere termico massimizzando l’efficienza energetica, basandosi sull’integrazione di materiali e tecnologie che assicurano all’edificio un’elevata qualità abitativa ed una sensibile riduzione dei consumi energetici.

Questo è possibile solamente attraverso tecniche costruttive innovative, sistemi di coibentazione avanzati e il recupero del calore. Fondamentali sono gli aspetti progettuali come l’orientamento ottimale verso sud, la geometria, preferibilmente compatta, così da disperdere meno calore a parità di volume, e la riduzione della dimensione delle facciate esposte ai venti freddi. Aspetto sostanziale, però, è l’efficacia dell’isolamento termico di tutto l’involucro, che permette all’organismo architettonico di conservare calore all’interno d’inverno e non farlo entrare in estate, raggiungendo un perfetto bilancio annuale di Comfort termico.

L’intervento di coibentazione dell’involucro è dunque particolarmente importante: tanto più è in grado di isolare ambienti interni e ambiente esterno, tanto più è energeticamente efficiente. È di primaria importanza, dunque, interporre tra pelle ed esterno dei materiali ad elevate prestazioni isolanti.

Ad oggi, il successo della “rivoluzione energetica” ha permesso l’evoluzione di un’edilizia sempre più responsabile, e sempre più aziende riconoscono l’importanza della ricerca e dell’innovazione.
Nel mondo Xella il futuro è già presente, da sempre promotrice di un cambiamento nel modo di costruire. La gamma dei sistemi YTONG e MULTIPOR nasce proprio con l’obiettivo concreto di garantire le più alte prestazioni di isolamento previste dal modello tedesco “Passivhaus”, dove, alte prestazioni di efficienza energetica, rispetto dell’ambiente, preservazione delle risorse, risparmio di materie prime e basso impatto ambientale, sono da sempre parole chiave per tutto il ciclo di vita del prodotto e dell’edificio.

I vantaggi in termini di consumo energetico sono enormi, una Casa Passiva riesce ad avere consumi del 90% in meno rispetto alle case tradizionali.
Non meno importante è l’aspetto sostenibile, è un un’abitazione a impatto ambientale zero, ovvero non consuma energia per riscaldare gli ambienti.
La casa Passiva può costare circa il 10% in più rispetto a un edificio tradizionale, ma le sue prestazioni di altissimo comfort, costi di gestione quasi inesistenti, qualità estetica ed ecologica, la rendono una grande opportunità di investimento.
La direttiva europea 2010/31/UE prevede che entro la fine del 2020 ogni nuova costruzione in Europa dovrà essere “a energia quasi zero”, è così che la Casa Passiva diventerà lo standard abitativo del futuro.